Perchè è necessario l’approccio T-Shape per uno Sviluppatore Freelance

  >  Freelance   >  Perchè è necessario l’approccio T-Shape per uno Sviluppatore Freelance
Condividi questo articolo su:

Negli anni in cui ho lavorato come dipendente ho sempre preso la balla al balzo per interfacciarmi con chi non facesse esattamente il mio ruolo specifico o che comunque non utilizzasse il mio stesso linguaggio di programmazione.

Con il passare del tempo mi sono reso conto che stavo ampliando il mio specchio di conoscenze generiche, che parlassero di Web Marketing, di SEO, di Copywriting oppure di infrastrutture server, ogni tassello era più o meno collegato alla mia competenza principale, lo sviluppo web.

Chi è un t-shaped Freelance?

Un T-Shaped Freelance o comunque un professionista di tipo T-Shaped è una persona che ha trasversalmente un livello di conoscenze generico di vari argomenti comunque collegati tra loro, ma ha una conoscenza verticale specifica su un ambito in particolare.

Un T-Shaped Freelance è per esempio una persona specializzata nello sviluppo di API, ma che riesce a trasformare anche un file sketch in HTML e CSS e magari ha conoscenze basiche o avanzate sulla parte di SEO On Page per poter ottimizzare le pagine web in ottica di leggibilità e posizionamento SEO.

PERchè e' utile essere un t-shaped freelance?

Un T-Shaped Freelance è un Freelance che quando deve seguire un cliente per realizzare un sito web vetrina oppure uno shop online, non si limiterà ad offrire il servizio di sviluppo web e poi dire:

“Io posso seguirti per la parte di sviluppo web però per la parte di SEO, di ottimizzazione o per la parte di grafica frontend ti devi arrangiare o trovare altre persone che faranno questo.”

ma sarà in grado di dire:

“Riesco a svilupparti la parte di backend e frontend del tuo nuovo shop online e inserire un servizio di ottimizzazione lato SEO in modo che riuscirai già ad andare online con un sito web pronto per il posizionamento da parte di Google. Sappi però che il lavoro di SEO è continuativo e non è il mio ambito, per questo dovrai poi farti seguire da uno specialista che sarà in grado di prendere il lavoro introduttivo da me fatto e poi potrà lavorarci in maniera più approfondita.”

Questo ti permette di avere dei vantaggi:

  1. Avrai una gamma più ampia di servizi da offrire
  2. Darai più sicurezza al cliente perchè non risponderai sempre di no alle domande che ti farà ma hai un’infarinatura più o meno grande di argomenti che non riguardano direttamente il tuo ambito specifico
  3. Se dovrai far parte di team e ti chiederanno di interfacciarti con la parte Marketing per installare dei codici di tracciamento oppure implementare dei tracking pixels, saprai sicuramente di cosa stanno parlando e saprai sicuramente implementarli perchè sai già come funzionano, anche se non necessariamente sono competenze da frontend developer o backend developer.

Come diventare un t-shaped Freelance

Per diventare un T-Shaped Freelance sicuramente nelle tue esperienze in ufficio non dovrai stare solamente a scrivere codice e fare solamente quello che devi fare nello specifico.

 

Interagisci con il Marketing, interagisci con chi si occupa della gestione e manutenzione dei server, interagisci con chi scrive contenuti per il blog del vostro sito aziendale.

Il fatto di essere appassionati solo ed esclusivamente di programmazione non vuol dire che un domani non ti serva sapere che cosa sono le Long Tail Keywords, oppure che cos’è l’affiliate marketing e come si implementano i codici di tracciamento.

 

Un sacco di volte negli anni, mentre parlo con futuri clienti oppure interagisco con altri membri del team di una startup che sto seguendo, mi è capitato di dover avere a che fare con cose che non riguardavano strettamente lo sviluppo magari di API, ma si trattava di sapere se avevo già creato delle sitemaps, se avevo già inserito siti web in Google Search Console, se sapevo già utilizzare Google Analytics e capirne alcune metriche.

 

Questo ti rende un freelance professionalmente più interessante e più appetibile, che ha molte conoscenze generiche, le “infarinature” di ambito tecnico o anche non tecnico, ma che poi fa una cosa sola nello specifico molto bene.

 

Spesso mi è capitato di essere stato contattato dai CEO di startups che ho seguito nel tempo per sapere se avevo già trattato l’argomento X negli anni delle mie esperienze, mi sono sempre fatto trovare preparato: “Si, lo abbiamo già visto qualche anno fa, anche se non l’ho seguito io direttamente, mi sono dovuto interfacciare con il marketing per poterlo implementare e sono sicuro che non sia molto complicato farlo anche sulla vostra piattaforma”.

 

Oppure mi è capitato di dover implementare da solo una procedura di deploy di un’applicazione php ed una con Vue.js, a lavoro non mi sono occupato di fare questo lanciavo banalmente il comando di una procedura configurata e scritta da altri, ma sapere come si fa e provarlo a fare anche per progetti più piccoli fa si che sicuramente non sarai un esperto ma giocandoci saprai applicarlo anche per i tuoi clienti e sai di cosa stiamo parlando.

Che impressione fareste al vostro futuro cliente se a tutte le domande che non riguardano strettamente lo sviluppo di codice (che vi pagano poi strettamente per quello ci mancherebbe), risponderete sempre: “No”, “Non l’ho mai fatto”, “Non l’ho mai visto mi dispiace”, rispetto ad un “Si, l’ho già implementato anni fa”, “Non so bene nello specifico ma so di che cosa state parlando” detto da un altro freelance che stanno sentendo e dovranno scegliere tra te e lui?”

PER CHI pensa CHE NON SERVa A NIENTE ESSERE T-SHAPing

Il problema non si presenta se il tuo scopo di fare freelance è quello di lavorare insieme a team che fanno solo sviluppo, allora in quel caso essere verticale solamente su una tecnologia in particolare fa si che sarai appetibile per chi cerca in modo specifico una persona che sappia fare poche cose ma bene e che magari non importa se non sai che cos’è Google Analytics o non sai configurare un tracking pixel.

Tutto sta nel tipo di freelance che vogliamo essere, io per esempio lavoro sia con clienti che seguo da zero e che magari poi dove non sono competente faccio intervenire altre persone professioniste a me vicine e sia riesco a lavorare con team già formati che hanno bisogno di persone che li aiutino in vari tasks e che diano supporto magari al CTO giovane di una startup in crescita.

Quello che piace a me personalmente è aiutare le startup a crescere in fretta, porto tutto quello che ho visto e imparato negli anni nelle mie esperienze lavorative a supporto di CEO che cercano persone forti con approccio T-Shape, che sanno fare una cosa specifica ma hanno infarinature generiche per creare sinergie tra persone di ambito diverso ma dello stesso team.

SEI UN WEB DEVELOPER E VUOI DIVENTARE FREELANCE
MA NON SAI DA DOVE INIZIARE?

Inizia ora la tua trasformazione con un percorso personalizzato per lasciare il posto fisso e diventare un Freelance Web Developer.


Condividi questo articolo su: